PORDENONELEGGE: Slavoj Žižek e bollicine

Slavoj Žižek, filosofo sloveno, ha tenuto una lectio magistralis a PordenoneLegge. Žižek: filo intermentale e bollicine.

Slavoj Žižek, uno dei più noti filosofi viventi, ha tenuto una lectio magistralis in anteprima a PordenoneLegge, sabato 17 settembre. “More alienation, please! a plea for politely ignoring others” è il titolo dell’incontro che si è tenuto, appunto, a Pordenone in piazza San Marco, all’aperto fra edifici storici e l’antica Loggia comunale del XIII secolo, a due passi dal fiume Noncello. Un viaggio nel tempo. Tuttavia gli argomenti trattati dal filosofo sloveno sono tutt’altro che antichi. All’ordine del giorno c’è l’attualità: la nuova sinistra, il capitalismo, il cosiddetto Internet of Things (internet delle cose), le possibili conseguenze di quest’ultimo. Il tutto in modo extra-ordinem, straordinario, fuori del consueto. Come è normale per Žižek. Continua a leggere “PORDENONELEGGE: Slavoj Žižek e bollicine”

PORDENONELEGGE, perle di Diamanti e Niola.

Ilvo Diamanti e Marino Niola, a PordenoneLegge 2016, parlano dei loro libri e di comunicazione. Il titoli della loro conferenza è, non a caso, “Dimmi come comunichi e ti dirò chi sei”.

“Dimmi come comunichi e ti dirò chi sei”: in occasione del festival PordenoneLegge l’incontro si è tenuto presso Palaprovincia Largo San Giorgio a Pordenone, sabato 17 settembre. I protagonisti dell’evento erano i giornalisti Ilvo Diamanti e Marino Niola. Continua a leggere “PORDENONELEGGE, perle di Diamanti e Niola.”

Paralimpiadi 2016, atleti portatori di abilità

Rio de Janeiro, Brasile. Paralimpiadi, anno 2016. Se ne parla un po’ troppo poco, delle Paralimpiadi. Lo penso io e anche le persone che hanno detto la loro al sondaggio postato ieri sulla pagina Twitter di CriticaMente. Esiste un pregiudizio che rende meno attraenti le Paralimpiadi rispetto alle Olimpiadi. Continua a leggere “Paralimpiadi 2016, atleti portatori di abilità”

Perché la pubblicità riesce a manipolarci?

La pubblicità, ogni giorno, ci manipola. Spesso non ce ne accorgiamo. Perché?

Un po’ più indentro, sotto la pelle, oltre le ossa, nel cuore e nel cervello non scorre solo sangue. Cuore e cervello sono fatti anche di storie. Siamo quello che siamo perché conteniamo delle storie. Siamo dei ladri di storie. Ma siamo anche dei donatori di storie. Ogni giorno della nostra vita, una storia nuova. Continua a leggere “Perché la pubblicità riesce a manipolarci?”

La generazione web e le “FAST NEWS”

Le influenze negative dei social network sulla ‘generazione web’: i webeti di E. Mentana, le “fast news” e le bufale

Senza dubbio internet e in particolare i social network hanno cambiato la nostra vita. Per tanti versi in positivo. Basta pensare a come è facile, oggigiorno, tenersi in contatto con persone che vivono dall’altra parte del mondo, pubblicizzare la propria azienda, informarsi e rimanere aggiornato sulle notizie dell’ultimo minuto oppure conoscere altri punti di vista leggendo più opinioni su un certo evento o su un certo tema, magari attraverso un blog. Sono solo alcune delle inestimabili conseguenze positive dell’avvento di internet.
Tuttavia ci sono anche conseguenze negative. Una di queste, cioè quella su cui voglio soffermarmi in questo post, è che la mia generazione, che vive da protagonista l’epoca dei social, è talmente immersa in questa “dimensione social” che i veri rapporti umani vengono meno. Non solo, ma, oltre ai rapporti umani, vengono meno anche i rapporti fra se stessi e il presente. 
Continua a leggere “La generazione web e le “FAST NEWS””