PORDENONELEGGE: Slavoj Žižek e bollicine

Slavoj Žižek, filosofo sloveno, ha tenuto una lectio magistralis a PordenoneLegge. Žižek: filo intermentale e bollicine.

Slavoj Žižek, uno dei più noti filosofi viventi, ha tenuto una lectio magistralis in anteprima a PordenoneLegge, sabato 17 settembre. “More alienation, please! a plea for politely ignoring others” è il titolo dell’incontro che si è tenuto, appunto, a Pordenone in piazza San Marco, all’aperto fra edifici storici e l’antica Loggia comunale del XIII secolo, a due passi dal fiume Noncello. Un viaggio nel tempo. Tuttavia gli argomenti trattati dal filosofo sloveno sono tutt’altro che antichi. All’ordine del giorno c’è l’attualità: la nuova sinistra, il capitalismo, il cosiddetto Internet of Things (internet delle cose), le possibili conseguenze di quest’ultimo. Il tutto in modo extra-ordinem, straordinario, fuori del consueto. Come è normale per Žižek.

Slavoj Žižek è un’acqua minerale frizzante. Acqua, perché trasparente, chiaro e che fa bene: almeno due litri al giorno. Frizzante, molto frizzante, perché pungente, pizzica la lingua, anzi la mente. Quando parla non è mai fermo. Si tocca il naso, sfrega le mani, gesticola, vorrebbe parlare più di quanto può e più veloce di quanto la sua mente possa pensare. Ha le bollicine dentro, Žižek.

È chiaro che non farò un post approfondito di ciò che Slavoj Žižek ha spiegato per un’ora abbondante, dalle 16:00 alle 17:00 passate. Non ho gli strumenti per essere in grado di analizzare efficacemente il discorso di un filosofo di tale livello e saggezza. Rischierei di banalizzarlo. Tuttavia proverò a farne un breve riassunto abbastanza schematico. Gli argomenti trattati sono interessantissimi:  vi consiglio di leggere il suo ultimo saggio “Il contraccolpo assoluto. Per una nuova fondazione del materialismo dialettico“.

Ha parlato della nuova sinistra (ad esempio di Podemos in Spagna o di Bernie Sanders, politico statunitense), del suo declino e dell’impossibilità di una rivoluzione nella società odierna, in quanto priva di una “working class”, ovvero una classe lavoratrice. Ed è per questo motivo che, secondo Žižek, questa nuova sinistra necessita l’immigrazione, perché gli immigrati possono prendere il posto di questa classe mancante.

Altro argomento, stesse bollicine. Anzi, ancor più bollicine. Internet of things: ora le macchine ci conoscono più di quanto noi stessi ci conosciamo. Ci controllano, conoscono le nostre preferenze, i nostri gusti e di conseguenza ci propongono degli acquisti in base a ciò che ci piace. Un esempio è il Kindle di Amazon. Mentre lo utilizziamo, questo tiene traccia di quanto leggiamo al giorno, del genere di libri che leggiamo, quale autore preferiamo. Di conseguenza Amazon ci pubblicizza alcuni libri che ci potrebbero interessare. Manipolazione pura. Un altro esempio, forse il più eclatante, è Google. Uno spazio libero – fino a un certo punto – per cercare tutto ciò che ti serve. Dietro questo spazio libero si cela, però, chi ci guadagna. Stessa storia: Google conosce bene le nostre ricerche e vende i dati alle aziende che alla loro volta ci pubblicizzano i loro prodotti in base alle nostre preferenze. Per Žižek una società macchinizzata in questo modo è una società classista. Fra la classe più bassa e la più alta, di mezzo, ci sono le macchine. Sopra le macchine solo una classe ridotta di persone che le controllano e, quindi, controllano chi è controllato dalle macchine.

Slavoj Žižek: un filo intermentale.

Per me un’acqua frizzante. La più frizzante che c’è, grazie.

Autore: Michele Grotto

Michele Grotto sogna un mondo in cui l’intelligenza emotiva e la comunicazione efficace con se stessi e con gli altri siano abilità accessibili a tutti, in quanto fondamentali, basilari e utilissime in qualsiasi ambito della nostra vita. Sin da giovanissimo, Michele si è reso conto dei limiti del sistema scolastico riguardanti soprattutto quelle importanti abilità trasversali – soft skills – che possono fare davvero la differenza nella nostra vita. Dal lavoro alla gestione delle emozioni, passando ovviamente per le relazioni personali. Michele, grazie alla sua instancabile curiosità per ogni cosa (tanti, infatti, i suoi hobby: il calcio, il tennis, poi le lezioni di chitarra, i corsi di fotografia e quelli di scrittura, e così via), aveva toccato con mano queste nozioni trasversali con la lettura di diversi libri già ai tempi delle scuole medie. In ogni caso, si trattava di una conoscenza un po’ fine a se stessa, non abbastanza approfondita e poco messa in pratica. È proprio per questo motivo che Michele, all’età di soli 18 anni, ha subito deciso di intraprendere un percorso di formazione extra-scolastico in grado di fornirgli tutte queste utili nozioni orizzontali, per poter accompagnare al meglio le nozioni verticali, ovvero specifiche, che aveva imparato al liceo e che avrebbe imparato, di lì a breve, all’università. In questo modo, Michele ha appreso importanti abilità pratiche nel campo della PNL (Programmazione Neuro Linguistica), del coaching e dell’intelligenza linguistica direttamente dai più grandi esperti di livello nazionale ed internazionale. Inoltre, durante questo percorso di formazione, Michele ha incontrato e conosciuto Marco, con il quale poi ha deciso di creare il blog “Catena di Pensaggio” Ora Michele ha 19 anni e studia ‘Philosophy, International and Economic Studies’, un corso di laurea interdisciplinare interamente insegnato in inglese all’Università Ca’ Foscari di Venezia. In più, è già Master Practitioner in PNL, è Licensed NLP Life Coach ed è iscritto all’Associazione Professionale Nazionale del Coaching.

One thought on “PORDENONELEGGE: Slavoj Žižek e bollicine”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...