Intervista all’inviato Fausto Biloslavo

Un esempio di mente critica è il giornalista inviato. La filosofia di CriticaMente messa in pratica. L’inviato, infatti, se imparziale, ha un pensiero critico per andare sotto la superficie delle cose per scavare e trovare le radici di un conflitto o di un problema. Oltre a Toni Capuozzo e Rodolfo Casadei (vedi interviste), un altro grande inviato capace di ciò è Fausto Biloslavo. L’ho intervistato e gli ho fatto domande più personali che professionali, perché volevo conoscere l’aspetto umano del reporter di guerra. Forse l’aspetto meno conosciuto di un inviato.

TRASCRIZIONE DELL’INTERVISTA A FAUSTO BILOSLAVO – 25 maggio 2016                            di Michele a Grotto Continua a leggere “Intervista all’inviato Fausto Biloslavo”

Intervista all’inviato Rodolfo Casadei

Un esempio di mente critica è il giornalista inviato. La filosofia di CriticaMente messa in pratica. L’inviato, infatti, se imparziale, ha un pensiero critico per andare sotto la superficie delle cose per scavare e trovare le radici di un conflitto o di un problema. Oltre a Toni Capuozzo e Fausto a Biloslavo (vedi interviste), un altro grande inviato capace di ciò è Rodolfo Casadei. L’ho intervistato e gli ho fatto domande più personali che professionali, perché volevo conoscere l’aspetto umano del reporter di guerra. Forse l’aspetto meno conosciuto di un inviato.

TRASCRIZIONE DELL’INTERVISTA A RODOLFO CASADEI – a Portogruaro, 5 marzo 2016      di Michele Grotto Continua a leggere “Intervista all’inviato Rodolfo Casadei”

PORDENONELEGGE: Vittorino Andreoli corre nel tempo

Vittorino Andreoli presenta il suo libro “La mia corsa nel tempo” a PordenoneLegge. Memoria, vecchiaia e identità secondo Vittorino.

Andreoli, si sa, non annoia nessuno. Ha parlato del suo ultimo libro “La mia corsa nel tempo“, la sua autobiografia, domenica 18 settembre a Pordenone durante l’ultima giornata del festival PordenoneLegge. Continua a leggere “PORDENONELEGGE: Vittorino Andreoli corre nel tempo”

I 2 ingredienti per un buon futuro

Non basta aumentare la quantità degli insegnanti per migliorare la scuola. Aumentare la qualità degli insegnanti-formatori, invece, aiuterà a migliorare scuola e società. Tuttavia gli insegnanti non bastano se i genitori si limitano a crescere solo fisicamente – e non mentalmente – i propri figli.

La scuola ha il coltello dalla parte del manico. Anzi, la penna. E sta a lei – o meglio a chi la amministra e ne decide il futuro – scrivere con questa penna come affronteremo i prossimi anni, come vivranno i giovani come me, come sarà l’Italia. La scuola è l’istituzione più importante di tutte. Forma persone. E dovrebbe bastare questo per capire che è fondamentale migliorare dal punto di vista qualitativo (oltre che quantitativo) il mestiere dell’insegnante. Mestiere che sta alla base della società. Migliorandone la qualità, migliorerebbe la qualità della vita di molte persone. E se è vero che il carattere, la mentalità e la personalità delle persone sono influenzate fortemente dall’ambiente familiare (soprattutto nei primi cinque anni di vita, come affermano gli esperti), è anche vero che questi vengono poi modificati – migliorati o peggiorati – pesantemente dalla scuola. Continua a leggere “I 2 ingredienti per un buon futuro”

PORDENONELEGGE: Slavoj Žižek e bollicine

Slavoj Žižek, filosofo sloveno, ha tenuto una lectio magistralis a PordenoneLegge. Žižek: filo intermentale e bollicine.

Slavoj Žižek, uno dei più noti filosofi viventi, ha tenuto una lectio magistralis in anteprima a PordenoneLegge, sabato 17 settembre. “More alienation, please! a plea for politely ignoring others” è il titolo dell’incontro che si è tenuto, appunto, a Pordenone in piazza San Marco, all’aperto fra edifici storici e l’antica Loggia comunale del XIII secolo, a due passi dal fiume Noncello. Un viaggio nel tempo. Tuttavia gli argomenti trattati dal filosofo sloveno sono tutt’altro che antichi. All’ordine del giorno c’è l’attualità: la nuova sinistra, il capitalismo, il cosiddetto Internet of Things (internet delle cose), le possibili conseguenze di quest’ultimo. Il tutto in modo extra-ordinem, straordinario, fuori del consueto. Come è normale per Žižek. Continua a leggere “PORDENONELEGGE: Slavoj Žižek e bollicine”

PORDENONELEGGE, perle di Diamanti e Niola.

Ilvo Diamanti e Marino Niola, a PordenoneLegge 2016, parlano dei loro libri e di comunicazione. Il titoli della loro conferenza è, non a caso, “Dimmi come comunichi e ti dirò chi sei”.

“Dimmi come comunichi e ti dirò chi sei”: in occasione del festival PordenoneLegge l’incontro si è tenuto presso Palaprovincia Largo San Giorgio a Pordenone, sabato 17 settembre. I protagonisti dell’evento erano i giornalisti Ilvo Diamanti e Marino Niola. Continua a leggere “PORDENONELEGGE, perle di Diamanti e Niola.”

Perché la pubblicità riesce a manipolarci?

La pubblicità, ogni giorno, ci manipola. Spesso non ce ne accorgiamo. Perché?

Un po’ più indentro, sotto la pelle, oltre le ossa, nel cuore e nel cervello non scorre solo sangue. Cuore e cervello sono fatti anche di storie. Siamo quello che siamo perché conteniamo delle storie. Siamo dei ladri di storie. Ma siamo anche dei donatori di storie. Ogni giorno della nostra vita, una storia nuova. Continua a leggere “Perché la pubblicità riesce a manipolarci?”